La vasca da bagno freestanding può dare un tocco di classe alla tua casa. Ecco i vantaggi derivanti dalla sua installazione.

Vasca da bagno freestanding: che cos’è?

Quando si parla di vasca da bagno freestanding si prende in considerazione una vasca a libera installazione: sono quelle vasche da bagno che si possono adattare anche al centro della stanza e non necessariamente accanto ad una parete. Vengono spesso scelte per dare un tocco di stile e di antiquariato al vostro bagno ma non solo. Di notevole durata, sono composte spesso di acrilico sanitario. La loro struttura garantisce, inoltre, una grande sicurezza.

In commercio ne esistono di diversi tipi. Generalmente, sono lunghe circa 170 cm, con 70 cm di larghezza, ma se ne possono trovare anche di più compatte, lunghe circa 120 cm, oppure lunghe addirittura 2 metri e larghe il doppio: in questo ultimo caso, sono perfette per poter ospitare due persone. La vasca freestanding richiede, in ogni caso, una stanza da bagno piuttosto grande . La rubinetteria, infatti, occupa uno spazio notevole: può anche essere autoportante, oppure montata sulla vasca stessa.

Vasca da bagno freestanding: i suoi vantaggi

Quali sono, quindi, i vantaggi di avere una vasca da bagno freestanding in casa? Si tratta di un articolo che è molto ben adattabile con l’arredo della stanza da bagno: se ne possono trovare di ogni stile . Inoltre, la posizione è libera: si può posizionare davvero ovunque. Valorizza l’ambiente ed è un elemento scenografico di gran pregio ed è l’ideale per una zona relax o per bagni con spa.

Le più iconiche sono quelle di forma ovoidale, con piedini in ottone e di colore bianco: può essere perfetta se avete nella mente un bagno ad effetto shabby chic o, comunque, vintage. Alla versione classica si è aggiunto il modello in Quaryl, materiale composto di metacrilato sanitario e quarzo naturale.

Stai arredando il bagno di casa? Contatta Bruzzi Arredi QUI. Da noi troverai mobili ed accessori per il bagno che possono fare al caso tuo.