Come arredare una cucina moderna

Per un veloce spuntino o per bere un buon bicchiere di vino in compagnia, la cucina moderna è diventata una zona di eccellenza nella nostra abitazione. Le sue molteplici funzionalità sono rese possibili grazie all’implementazione di rivoluzionari progetti di design, novità stilistiche e innovative disposizioni che corrispondono a un modo tutto nuovo di vivere questo spazio.

Vediamo quali sono i consigli dei consulenti di Bruzzi Arredi per arredare la tua cucina con un design moderno e mai scontato.

 

Consigli utili

Guardando al passato il design della cucina tradizionale era tutt’altro che funzionale: ripiani poco spaziosi, ante ingombranti e una diversa suddivisione degli spazi, non consentivano di utilizzare questa stanza per altri scopi al di fuori della pratica della cucina.

Col passare degli anni, la progettazione delle stanze e la distribuzione degli spazi sono cambiate e si è riscoperto un nuovo modo di vivere la casa.

La cucina moderna diventa così il perfetto connubio di stile e funzionalità: ogni componente deve essere posizionato e strutturato in modo da non intralciare i movimenti e agevolare le operazioni. Il forno, ad esempio, se un tempo veniva posto nella parte bassa, ora è posizionato ad altezza busto, per evitare sforzi e dolori alla schiena. Il lavandino invece per essere funzionale deve avere due vani: uno per il lavaggio e uno per lo sciacquo delle stoviglie. In questo modo si eviteranno antiestetiche pile di piatti e schizzi di acqua sui ripiani.

Un ruolo ancora più centrale viene attribuito alla cucina se l’ambiente è open space. In questo caso la cucina ingloba la funzione living e deve essere strutturata in modo da:

- Consentire la comunicazione tra ospiti e invitati;

- Tenere sotto controllo l’angolo cottura e la zona relax.

Un’isola all’americana con alti sgabelli, un ambio bancone o un piano cottura a L sarebbero perfetti per assolvere queste funzioni.

 

Materiali e abbinamenti di colore

Il design innovativo della tua cucina moderna deriva dalla scelta del materiale: con le cucine Lube avrai a disposizione laminati, alluminio, polimerico, vetro e materiali di ultima generazione.

A partire dai nostri modelli potrai personalizzare ante, maniglie, penisole, top e rendere unici i tuoi spazi. La vasta gamma di colori si adatta a ogni esigenza e richiesta e, con l’aiuto dei nostri consulenti, sarai in grado di trovare un mix di tuo gusto e una luminosità perfetta per rendere i tuoi spazi ancora più caratteristici.

VORRESTI RISTRUTTURARE LA ZONA CUCINA? AFFIDATI AI NOSTRI DESIGNER E SCEGLI IL TUO CAPOLAVORO!

La madia: i vantaggi di un mobile contenitore

Nei nostri articoli blog parliamo spesso di arredamento per interni. Per effettuare al meglio la scelta degli elementi e dello stile in generale è opportuno conoscere tutti i complementi di arredo che possono rendere unica la tua abitazione.

Oggi, noi di Bruzzi Arredi, siamo pronti a presentarti la madia, per rendere con confortevole ogni spazio della tua abitazione!

 

Che cos'è la madia 

Non tutti la conoscono: la madia è un mobile rettangolare, tipico delle abitazioni di campagna, utilizzato in origine per impastare il pane.

Tra gli anni 50 e 60 la madia era presente in tutte le case e si utilizzava per il contenimento non più di cibo bensì di altri oggetti comunque riconducibili ai pasti. 

Successivamente il suo utilizzo si è evoluto: oggi è possibile trovare la madia sia nelle sale da pranzo che in soggiorno, per decorare angoli speciali con oggetti di arte, vasi, soprammobili e quadri sulla parete. 

A che cosa può servirti la madia in soggiorno? Ad esempio per contenere piatti, bicchieri, posate ma anche stoviglie e recipienti di vario tipo. 

Ovviamente questi sono solo alcuni dei modi per cui poi utilizzare la madia. Potresti sfruttarla anche per tenere in ordine documenti, libri, dvd, telecomandi e sistemi multimediali collegati alla tv. 

Oppure all'ingresso della tua abitazione, come svuota tasche per poggiare chiavi, monete, cappelli ma anche come biglietto da visita dello stile del tuo arredamento. 

 

Madia o credenza: che cosa scegliere 

Molto spesso si pensa che la credenza e la madia siano sinonimi. Nulla di più sbagliato, in realtà si riferiscono arredi differenti. La madia, di origini medioevali, come abbiamo visto serviva per impastare il pane e conservare il cibo. La credenza è nata nel ‘600, veniva collocata nelle sale riservate ai banchetti e utilizzata per sistemare ed esporre le pietanze che sarebbero state poi servite agli ospiti.


In termini di arredamento, la madia è lunga e stretta e la credenza è più corta ma più alta. Nella maggior parte dei casi, dotata di una maggiore capacità contenitiva. Anch’essa è tornata prepotentemente di moda ed è fra gli arredi più diffusi nei living.

La madia viene utilizzata per conservare stoviglie ma anche oggetti di altro tipo, la credenza invece serve esclusivamente per tenere in ordine e avere a portata di mano piatti, tovaglie, vassoi e altri articoli per la casa di questo tipo. La scelta, dunque, dev’essere dettata dalle singole esigenze ma anche dai gusti personali.

DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA MADIA? SEGUI I CONSIGLI DI BRUZZI ARREDI E scopri tutti i dettagli grazie AI NOSTRI PROFESSIONISTI DELL’ARREDO!